Pneumatici moto racing

I pneumatici moto racing o da pista, sono delle speciali gomme che andranno utilizzate esclusivamente quando si corre su circuito e in occasione di competizioni sportive; non è infatti assolutamente consentito un uso su strada dei pneumatici racing.

La mescola con la quale vengono realizzati le gomme da pista, varia a seconda della tipologia di competizione e di circuito sul quale dovranno essere utilizzati e inoltre in riferimento al mezzo per il quale detti pneumatici sono stati studiati, concepiti e realizzati.

Anche il disegno del battistrada varierà a seconda delle prestazioni e dei relativi standard che si intende raggiungere; solitamente il battistrada risulta particolarmente liscio (battistrada slick), per garantire una maggior superficie di contatto.

Esistono, inoltre, battistrada misti che prendono il nome di wet-rain: questi disegni consentono di ottenere un ottimo drenaggio dell’acqua sulle superfici bagnate, pur rimanendo comunque utilizzabili anche sulle superfici asciutte. Le carcasse dei pneumatici racing sono solitamente caratterizzate da strutture particolarmente morbide, in modo da garantire prestazioni elevate e una lunga durata a qualsiasi temperatura.

Per lo studio e l’evoluzione degli pneumatici racing, l’esperienza diretta dei piloti in pista è stata negli anni una valida guida per l’incremento e lo sviluppo di nuove tecnologie. La stabilità in piega nelle curve è garantita da una progettazione della cintura a 0°, in grado di assicurare un ottimo controllo di trazione e dello scivolamento.

Pirelli propone diversi modelli di pneumatici moto racing: vi è in primis il modello Diablo Superbike Slick, che utilizza sia per l’anteriore che per il posteriore la mescola denominata SC 3. L’utilizzo di questa mescola nella gamma slick è stata certamente una scelta vincente; la mescola è infatti estremamente dura e pertanto perfetta per le gare endurance che richiedono una maggiore resistenza e durata delle prestazioni.

Il disegno del profilo di questo pneumatico è in grado di assicurare grande maneggevolezza e massimo supporto, anche ad elevati angoli di piega. Diablo Superbike Slick è un pneumatico studiato appositamente per i grandi piloti professionisti. Pirelli propone inoltre il modello Diablo Wet, adatto ai fondi intermedi: per la produzione di questo pneumatico viene utilizzata una particolare mescola e viene realizzato un disegno del battistrada che consentono di garantire il massimo della trazione e del controllo, in condizioni di asfalto umido o bagnato.

Vi sono poi Pirelli Diablo Rain che garantiscono elevate prestazioni su fondo bagnato e Pirelli Supercorsa SC, l’unico pneumatico ad avere un battistrada omologato per l’utilizzo su strada.

Molto interessanti anche gli pneumatici moto racing prodotti da Michelin: Power Super Moto caratterizzati da una grande maneggevolezza e da una incredibile risposta dell’anteriore. Michelin Power Rain ideati, progettati ed omologati specificatamente per superfici bagnate. Michelin Power Slick Evo è invece stato realizzato per garantire la massima stabilità sui rettilinei e un elevato controllo nelle piegature. 

Il marchio Bridgestone propone invece Racing Battlax V02, uno pneumatico in grado di esprimere un’ottima stabilità in curva ed elevate prestazioni a qualsiasi temperatura. La mescola utilizzata è particolarmente resistente all’usura, per un pneumatico in grado di esprimere ottimi livelli di grip e grande stabilità e controllo.

Molto interessanti anche gli pneumatici moto racing prodotti dai marchi Dunlop (GP Racer D 212 Slick) e Metzeler (Racetec RR Slick, Racetec Rain e Racetec SM).

Vi sono poi gli pneumatici moto racing street, gli ultimi nati nel settore motociclistico, perfetti per tutte quelle persone che utilizzano la propria moto sia su strada che su pista. Questi modelli sono stati concepiti e realizzati per complementare i vantaggi che i due tipi di pneumatici offrono separatamente.

Gli pneumatici racing street possono vantare ottime prestazioni, sia a pressioni omologate per l’utilizzo su strada, che a pressioni inferiori per l’esclusivo utilizzo su pista. Questi modelli di pneumatici sono altresì in grado di resistere ai diversi cicli termici, presentando una soluzione bimescola, utilizzata per il pneumatico posteriore, in grado di garantire estrema stabilità in fase di accelerazione e grip, all’angolo massimo di piegatura.

La durata chilometrica che caratterizza questi pneumatici è assolutamente nella media, mentre i disegni del battistrada sono quelli che caratterizzano i classici pneumatici racing. Ecco alcuni esempi di pneumatici racing street: il modello Pirelli Supercorsa SP è sempre stato lo pneumatico per così dire di primo equipaggiamento, montato su moto sportiva. Sia bilanciamento che grip risultano molto simili ad altri pneumatici, quali ad esempio Metzeler, anche se presentano un disegno di battistrada meno moderno.

Gli pneumatici Pirelli Supercorsa SP sono in grado di esprimere la massima velocità in ogni situazione, penalizzando tuttavia lievemente l’aderenza. L’assorbimento dei colpi è eccellente ed ottimo il bilanciamento del grip, rispettivamente tra anteriore e posteriore.

Altro modello di pneumatici racing street è Bridgestone Battlax RS10: si tratta dell’ultimo pneumatico prodotto dallo storico marchio Bridgestone, che viene montato come equipaggiamento sui modelli Yamaha R1 e Kawasaki H2. Trattasi di una soluzione bimescola per il posteriore e in grado di offrire generalmente buone prestazioni su tutti i parametri, grazie ad una notevole agibilità a livello del grip. Tipico delle gomme giapponesi è il battistrada con profilo che determina un’elevata agibilità.

Infine un cenno per i sopra citati Metzeler: il modello di pneumatici Metzeler Racetec RR K3, sono l’ultima evoluzione degli pneumatici racetec, in grado di offrire ottime capacità sia in quanto a velocità che in riferimento al comfort di guida. Questi pneumatici sono assolutamente bilanciati sia anteriormente che posteriormente, sia per quanto concerne i profili che per il grip. La stabilità in frenata è eccellente. Eccellenti sono anche accelerazione e controllo dello sterzo, fattori che contribuiscono a migliorare il comfort e la sicurezza del pilota.